Un’esperienza enologica percettiva-sensoriale emotiva.
Vino, architettura e design, musica, educazione.

La vigna e la sua musica

Qualsiasi pianta, come tale, vive! Vive e si nutre dell’energia della natura, della sua luce, dell’armonia dei suoi suoni e della musica prodotta dalla danza delle sue foglie accarezzata dal vento …
Il vigneto si nutre di tutto per “dare al mondo” un grappolo d’uva.

I dati fisici raccolti dalle file dei vigneti come temperatura, sole, umidità, pioggia e vento, pressione, dati nutrizionali del suolo, stato vegetativo e fogliare e così via, ci consentono di definire lo stato di benessere della pianta. I suoni della natura prodotti, supportati dalla loro modulazione, nutriranno la pianta da cui saranno percepiti in compagnia del suo visitatore.

Ingegneria di processo: sensori / trasduttori fisici dei parametri fisici identificati rilevano i vari segnali elettrici che, se opportunamente miscelati e modulati, creano una sinfonia nel campo delle frequenze udibili che si diffonde nella vigna consente alle piante di percepire il proprio benessere e ai visitatori, sparsi nel vigneto, per provare la stessa piacevole emozione.
Il tocco manuale di file di fili anziché il fruscio del vento delle foglie provoca un’ulteriore modulazione del suono per una sinfonia unica di piante. Il risultato di tutto ciò non può essere definito come un vino fatto di note musicali tra le file.

Una passeggiata nel Vigneto Musicale


Seguendo i risultati di una serie di file di vigneti, le note armoniche emesse dagli attuali oratori musicali, essendo delle viti, due per il clima delle condizioni piuttosto che per la carezza / disturbo del visitatore che si collega alla natura in un modo mai immaginato prima.
Attraverso la musica, l’interazione con gli umani apre un nuovo livello di discussione.
La scienza insegna benessere fisico, mentale ed emotivo, studi sugli effetti della musica delle piante e il recupero della guarigione, i tempi di guarigione, in generale, possono essere ridotti.

Il contatto con le piante ci aiuta a comprendere meglio noi stessi e il mondo, le piante aiutano a ridurre lo stress e aumentare la produttività. Una connessione diretta con la natura ci stimola a creare un mondo in cui l’ambiente non ha bisogno di essere protetto perché è parte integrante di chi e cosa siamo.

Siamo in grado di percepire la stretta relazione tra uomo e natura, inaugurando una nuova era di rispetto per il nostro ambiente. Sarà facile dimenticare il momento in cui è possibile ascoltare i suoni invisibili della natura.
Sarà possibile meditare ascoltando il linguaggio musicale delle piante.